L’amore per il mare li lega. E la voglia di creare un qualcosa che li potesse tenere uniti anche in futuro, mantenendo viva la loro passione, li ha portati a dar vita a una realtà totalmente made in Italy, con un occhio attento alla sostenibilità.

I tessuti sono infatti eco-friendly e la produzione è completamente plastic-free e interamente realizzata in Italia, permettendo una vasta gamma di materie prime ricercate e pregiate.

Nort Beachwear è questo: un brand responsabile di costumi da bagno e abbigliamento informale, sia per lui che per lei, con proposte casual adatte al tempo libero.

“Per il mare, con il mare”. Questo è il credo del nostro brand, frutto della passione per la moda e soprattutto nel rispetto dellecosistema marino, Marinicol e Francesco Tronelli

È il 2020 quando i fratelli Marinicol e Francesco Tronelli, grazie a un bando per start-up, decidono di dar vita a un progetto che coinvolgesse il loro interesse per il mondo dell’abbigliamento, specialmente beachwear.

Grazie al racconto dei due founder Marinicol e Francesco Tronelli, ci siamo immersi nel mondo Nort Beachwear. Una realtà nata nella splendida cornice della Costa Smeralda con un obiettivo ben chiaro: rilanciare il vero made in Italy in modo libero e spensierato.

Marinicol e Francesco Tronelli, founder di Nort Beachwear

Com’è nato Nort Beachwear? Con quale scopo? È bello vedere due fratelli mettersi in gioco e avere le stesse passioni.

Nort Beachwear è un’etichetta totalmente italiana nata del 2019. L’obiettivo primario è sempre stato quello di realizzare collezioni di moda mare e abbigliamento casual interamente sostenibili e per una clientela giovane e cool. Ogni anno ci mettiamo alla prova per realizzare sempre nuovi modelli, colori e fantasie che siano in linea con la moda e con i trend in voga, mantenendo al contempo il nostro asset e distinguendoci dai competitor. Qualità, semplicità e cura nei dettagli sono il nostro core business e il tutto caratterizza il cuore del brand, visibile in ogni nostro prodotto e realizzazione finale. Siamo sempre stati molto uniti, nella vita privata come nel lavoro, e questo sicuramente è stato il nostro punto di forza e ci ha permesso di raggiungere ottimi risultati e di completarci a vicenda l’uno con l’altra su molti aspetti di gestione, produzione e creazione ai fini del brand.

L’amore per il mare è ciò che vi accomuna di più e questo si tramuta nella creazione di proposte 100% responsabili. Come ci riuscite?

Fin dall’inizio i punti cardine di Nort Beachwear sono sempre stati il made in Italy, la semplicità e l’essenzialità. Un fattore per noi di primaria importanza è, inoltre, la capacità di coniugare il tutto con il rispetto verso l’ambiente per salvaguardarlo. A tal proposito ogni nostra proposta è interamente low impact e responsabile nei confronti dell’ambiente. Siamo sempre riusciti in questo grazie a una totale gestione e coordinazione dell’intera filiera produttiva e con l’aiuto di terzisti interamente collocati sul solo territorio italiano. Siamo personalmente coinvolti nel supervisionamento di ogni fase operativa e controlliamo minuziosamente ogni prodotto per mantenere alta la qualità e l’immagine del brand.

Oltre alla sostenibilità ambientale, il vostro impegno è anche a livello sociale?

Assolutamente sì, oltre alla sostenibilità crediamo molto nell’inclusività e nel rispetto di tematiche sociali per quanto da noi possibile. Già dalle nostre ultime collezioni e nell’ultima campagna in Marocco, i modelli e le modelle scelte evidenziano tipologie di fisico differenti, con colori e forme in cui far rivedere e ritrovare il nostro vasto pubblico.

La filiera produttiva è interamente made in Italy? Chi sono i vostri partner?

La nostra filiera è interamente made in Italy e in nostro supporto per la coordinazione produttiva non abbiamo partner esterni, se non terzisti.

Qual è il mercato che performa meglio? Quale vorreste approcciare?

Per noi i due mercati più performanti sono indubbiamente in primis l’Italia seguita dalla Spagna, grazie alla posizione strategica del nostro showroom nel cuore di Ibiza. Sicuramente in vista dell’apertura della nostra quarta boutique a Santa Margherita Ligure entro fine aprile, sempre nel mercato italiano, ci piacerebbe approcciare al più presto nuovamente su quello estero, mantenendo sempre la filosofia e lo stile esclusivo del nostro brand. Abbiamo in mente qualcosa, ma nulla di definitivo perciò per il momento non sveliamo nulla. Amiamo la Spagna e la Francia, perciò ci auspichiamo di rivelarvi il nome nella prossima intervista come un buon auspicio per entrambi.

Siete presenti con una piattaforma e-commerce, diversi store monomarca (Roma, Porto Cervo e Ibiza) e oltre 70 negozi multibrand in Italia. Dove registrate i migliori risultati? Avete in mente altri opening?

I nostri migliori risultati vengono registrati online. L’e-commerce è sempre stato e rimane tutt’oggi il nostro punto di forza. Abbiamo deciso di non vendere più i nostri prodotti in multibrand ma solo nei nostri monobrand e shop online. Abbiamo scelto quindi di mantenere una distribuzione unicamente interna per trasmettere quel senso di esclusività tipico di Nort Beachwear e soprattutto per poter avere un maggior controllo qualità e di fidelizzazione con i clienti che ci ha sempre contraddistinto. In generale e fortunatamente grazie alle rilevanti posizioni strategiche di tutti i nostri store, ogni anno riusciamo a ottenere dei risultati sempre più performanti. Le nostre prossime opening per la SS 24 saranno lo store di Santa Margherita Ligure e un pop up di 5 settimane a Milano, da metà maggio a metà giugno in zona Brera. Tra le prossime aperture nel mercato domestico abbiamo in programma ancora due aperture: Capri e Forte dei Marmi. Per quanto riguarda il mercato europeo, vogliamo ampliare sicuramente quello spagnolo e approdare in qullo francese.

Raccontateci la nuova collezione SS 24. Qual è il suo spirito?

La collezione SS 24 del nostro brand rappresenta una fusione di colori vivaci, forme innovative, nuovi tessuti e dettagli distintivi, realizzata con tessuti eco-friendly. Caratterizzata da tessuti inediti e texture lussuose, la collezione presenta nuovi modelli di costume da bagno, tra cui one piece impreziositi da dettagli e scolli profondi, pensati per essere indossati sia in acqua che come body e una collezione leisurewear che offre una vasta gamma di opzioni, tra cui abiti, set top e gonne, ideali anche per i look daily.

Realizzate anche drop invernali? Come si diversifica la vostra offerta?

Sì, per la FW 23/24 abbiamo proposto per la prima volta una capsule collection invernale solo donna, senza perdere l’identità del marchio. I tessuti utilizzati sono gli stessi della collezione estiva – leggeri, sostenibili e adattabili al corpo – doppiandoli e aumentando, di conseguenza, la loro grammatura rendendoli capi da sera giovanili e dinamici, coerenti con il dna del marchio.

Avete in mente qualche collaborazione/progetto che volete anticiparci?

Tra le novità del 2024 ci sarà il lancio di una capsule collection di skincare, più precisamente protezione solare viso e corpo spf50 e latte dopo sole, in collaborazione con il brand di cosmesi Appeal che condivide i nostri stessi valori del made in Italy, che verrà lanciata nel nostro pop up store di Milano (aperto dal 13/05 al 16/05).

di Sara Fumagallo