In questo articolo si parla di:

Gli scorsi 10 e 11 maggio, presso la sede milanese di Green Media Lab, si è svolta l’iniziativa “IDEATHON: #RefashioningMilan, Providing ideas to rethink Milano as a Sustainable and Circular Fashion and Design Capital” patrocinata dal Comune di Milano. Una due giorni durante le quali gli studenti in discipline legate alla moda e al design delle Università di Milano hanno potuto presentare i propri progetti e scambiarsi idee su come trasformare Milano in una vera e propria capitale della moda e del design sostenibile e circolare.

L’iniziativa si inserisce all’interno di MUSA (Multilayered Urban Sustainability Action), il progetto finanziato dal PNRR e sviluppato dal Politecnico di Milano, Università degli Studi di Milano-Bicocca, Università Bocconi e Università degli Studi di Milano – La Statale, che vede la collaborazione di 24 soggetti pubblici e privati e che punta a trasformare l’area metropolitana della città in un ecosistema di innovazione per la rigenerazione urbana.

In piedi il team MUSA. In basso Simon Giuliani, Candiani SpA Rossella Ravagli,Gruppo Armani, Matteo Ward, WRAD

Protagonisti fondamentali di questa “rivoluzione sostenibile” sono gli studenti, giovani talenti e appassionati di moda di tutto il mondo, che hanno avuto l’opportunità di proporre diverse idee e soluzioni per ridefinire Milano in qualità di capitale della moda sostenibile e circolare e di suggerire al Comune di Milano e al Gruppo Armani come progettare un evento durante la settimana della moda e del design basato su principi di sostenibilità, inclusività e rigenerazione urbana.

L’ente capofila e promotore dell’iniziativa è l’Università Bocconi con il suo team composto da Carlo Salvato, Francesca Romana Rinaldi, Elena Scoccianti, Francesca Boni, Nicola Ruggiu, Camilla Carrara, Fahimeh Khatami. Tra i partner coinvolti ci sono anche il Politecnico di Milano, l’Università degli Studi di Milano-Bicocca e l’Università degli Studi di Milano – La Statale. Ideathon è stato inserito, inoltre, nel palinsesto di Milano Civil Week, la settimana dell’impegno civico promossa dalla città di Milano.

A sostenere l’iniziativa anche il Monitor For Circular Fashion SDA Bocconi – il progetto multi – stakeholder che accoglie le aziende virtuose del settore moda promuovendo tracciabilità e trasparenza con lo scopo di contribuire alla transizione verso modelli di business circolari – che lo scorso 9 maggio ha coinvolto con l’evento #ReFashionNow gli studenti dell’Università Bocconi, i brand partner e i principali attori della filiera per promuovere la circolarità.

“Il coinvolgimento delle nuove generazioni in iniziative come Ideathon è essenziale per promuovere l’innovazione e l’impegno dei giovani nel settore della moda e del design sostenibile. Gli studenti portano con sé un entusiasmo e una prospettiva unica che può contribuire in modo significativo alla trasformazione di Milano in una capitale della moda e del design circolare e inclusivo. Il progetto è stato ideato per promuovere un cambiamento positivo nel modo in cui concepiamo e realizziamo gli eventi di moda e design”, afferma Francesca Romana Rinaldi, Director Monitor for Circular Fashion SDA Bocconi.

Francesca Romana Rinaldi, director monitor for Circular Fashion SDA Bocconi

Tra i sostenitori dell’iniziativa figura il Gruppo Armani che offrirà al progetto vincitore la possibilità di assistere alla sfilata del brand prevista durante la Fashion Week del prossimo giugno, oltre a una visita guidata presso Armani/Silos, lo spazio espositivo permanente progettato da Giorgio Armani.

Nel dettaglio, per essere selezionati, agli studenti è stato chiesto di creare una mappatura mentale di Milano dopo aver visitato i suoi quartieri della moda e del design e di elencare e spiegare tre azioniche il Comune, un marchio di fashion/design di lusso e i cittadini di Milano potrebbero attuare per rendere il capoluogo lombardo una capitale del fashion e del design sostenibile e circolare. Infine, è stato chiesto di creare un contenuto video per i social network in modo coinvolgente e potenzialmente virale.

Il lavoro finale è stato infine presentato davanti a una giuria composta da Annibale D’Elia, Director Urban Economy, Fashion and Design Comune di Milano. Carlo Salvato, Full professor of strategy & entrepreneurship Bocconi University. Claudio Rozzoni, Associate Professor Università degli Studi di Milano – La Statale. Daniela Preite, Professor of Business Administration and Accounting Università degli Studi di Milano – La Statale. Elisabetta Marafioti, Professor of Strategy Università degli Studi di Milano-Bicocca. Francesca Romana Rinaldi, Director Monitor for Circular Fashion SDA Bocconi. Lucio Lamberti, Marketing Professor Politecnico di Milano – MUSA Spoke. Margherita Pero, MUSA Spoke 5 Coordinator – Politecnico di Milano.  Matteo Ward, Co-Founder WRAD. Paola Arosio, Head of New Brands and Sustainability projects Camera Nazionale della Moda Italiana. Rossella Ravagli, Sustainability Director Gruppo Armani. Serena Pelagallo, Cohesion Policy Expert Comune di Milano. Simon Giuliani, Global Marketing Director Candiani S.p.A.. Vittorio Biondi, General Director, Programme Manager MUSA Scarl.

Ad aggiudicarsi la vittoria della prima edizione di IDEATHON: #Refashioning Milan, il progetto “GreenGlam“ che propone l’organizzazione di due giornate di workshop dedicate all’upcycling e di un fashion show dedicato alla presentazione della collezione di capi in denim creata durante il laboratorio, con l’obiettivo di avvicinare i cittadini milanesi ed in particolare la GenZ a pratiche di sostenibilità e circolarità.

Il team composto da sx Margherita Pero, Annibale D’Elia,Serena Pelagallo, Francesca Romana Rinaldi, Rossella Ravagli, Winning Team