In questo articolo si parla di:

“A Grand Journey” di Kiton, la capsule dedicata al tennis. Il brand di Arzano, simbolo worldwide di eccellenza manifatturiera 100% made in Italy, ha celebrato all’Hotel de Russie di Roma, “A Grand Journey”, un viaggio ideale e reale che porta in giro per l’Europa la sua nuova capsule dedicata al tennis, che incarna la sofisticatezza di una delle discipline dall’iconografia più elegante. Un’esclusiva cena evento ha celebrato un percorso di vita e ha esaltato le emozioni dando un senso di appartenenza alla maison.

La capsule KNT Kiton che incarna la sofisticatezza di una delle discipline dall’iconografia più elegante. Un’esclusiva cena evento  ha celebrato un percorso di vita e ha esaltato le emozioni dando un senso di appartenenza alla maison. Tra gli ospiti: Francesco Scianna, Gabriele Muccino, Rebecca Dayan, Antonio De Matteis. Oltre naturalmente all’iconica famiglia Paone al gran completo. Tutti insieme hanno celebrato con stile ed eleganza lo spirito del tennis e l’esperienza made in Italy. Il brand rappresenta l’eccellenza dell’alta sartorialità italiana. Fondata da Ciro Paone a Napoli nel 1968, l’impresa celebra la preminenza assoluta della qualità.

“A Grand Journey”,  una capsule in stile Seventies

L’aura intellettuale del Grand Tour artistico del XVIII e XIX secolo si unisce a quella sportiva d’élite. L’universo Kiton, con KNT, acronimo di Kiton New Textures nato nel 2018 su idea dei gemelli Mariano e Walter De Matteis, terza generazione della famiglia, come anima sperimentale del gruppo, dà vita ad “A Grand Journey”, un viaggio ideale e reale che porta in giro per l’Europa il brand di Arzano, paese poco fuori Napoli e diventato un simbolo worldwide di eccellenza manifatturiera 100% made in Italy.

Attraverso i luoghi del tennis e le località che fanno parte delle proprie radici, nasce l’omonima capsule che incarna la sofisticatezza di una delle discipline dall’iconografia più elegante. Un giro che parte dagli Internazionali di Tennis di Roma al Foro Italico, passa per Parigi con gli Open di Francia noti come Roland Garros, fa tappa sulla Costiera Amalfitana e a Capri e finisce nel più esclusivo tennis club e torneo del mondo, Wimbledon a Londra. È essenziale con il fit asciutto in stile Anni 70 quando l’esasperazione tecnologica era minima e i giocatori vestivano con polo di cotone e pantaloncini. Tutto si ritrova in versione lusso nella capsule.

Il gioco creativo mixa le uniformi degli atleti, fatte di t-shirt, polo (a maniche lunghe e corte) sia in tinta unita sia con bande orizzontali bicolore e shorts, ai look del giudice di sedia o di linea: blazer sfoderati in fresco di lana con l’inedito emblema a forma di pallina stilizzata con inserite le tre lettere KNT sul taschino, gilet con trecce, cardigan e bermuda con l’aggiunta di qualche dettaglio da clubhouse come la varsity jacket. Immancabile il cappellino con visiera anch’esso con lo stemma. La maglieria di cotone superior è predominante nella collezione e polo e t-shirts sono in fresco piquet, perfetto per l’estate. La palette, infine, è precisa e decisamente tennistica: bianco ottico, blu oceano e verde prato.