In questo articolo si parla di:

Da oltre 100 anni la Triennale Milano promuove la cultura quale strumento di incontro, attraverso i linguaggi del design, dell’architettura e delle arti visive e dello spettacolo. Fin dalla sua fondazione nel 1923, si è affermata come una delle principali istituzioni culturali del mondo, dedicata al design, all’architettura e alle arti visive e performative.

Negli anni è stata un forum in cui personalità innovatrici nei campi dell’arte e del design, della creatività e della tecnologia si sono incontrate e hanno interagito, affrontando le sfide della contemporaneità e promuovendo la cultura come luogo di incontro. Un approccio che trova riscontro nelle collezioni di Sabato De Sarno, improntate alla ricerca di un dialogo costante con la realtà.

Per questo motivo, Gucci ha scelto questa location per presentare il 17 giugno la sua collezione uomo primavera-estate 2025 disegnata dal direttore creativo Sabato De Sarno.

Il posto tiene fede alla tradizione della maison. Gucci, infatti, si impegna a creare legami tra moda e istanze di confronto culturale di più ampio respiro. Così come la Tate Modern di Londra, la Triennale Milano è fucina di creatività offrendo uno spazio in cui si sviluppano nuovi dialoghi grazie alla diversità, allo scambio e alla libertà che l’arte, nella sua concezione più ampia, evoca nei suoi osservatori.

In questo modo, il brand rende omaggio alla tradizione italiana che accomuna il Museo e la maison, nella quale convergono artigianato, innovazione e raffinatezza estetica, nonché al panorama culturale milanese, sottolineando il ruolo della Triennale come dinamico luogo di incontro.