In questo articolo si parla di:

Nella giornata del 27 giugno 2024 si è tenuta l’assemblea ordinaria dei soci CNMI che ha eletto il nuovo consiglio direttivo per il biennio 2024-2026.

Il presidente Carlo Capasa ha presentato la sua relazione, raccontando il lavoro svolto nel corso dell’ultimo anno (2023-2024). Ha esordito ringraziando il comitato strategico e il consiglio direttivo di Camera Nazionale della Moda Italiana, oltre che tutti gli associati e il team di CNMI, per aver contribuito con il loro importante lavoro alle attività dell’associazione.

“La nostra associazione rappresenta un sistema creativo, eccellente ed efficiente, fiore all’occhiello del made in Italy che tutto il mondo riconosce e apprezza. Qualità e attenzione ai dettagli rendono l’Italia il primo produttore di moda dell’alto di gamma al mondo e il primo produttore in assoluto di moda in Europa. Il valore artistico, estetico ed etico della moda italiana ha un profondo impatto nella cultura e nella società contemporanea, contribuendo nella promozione di valori e nuove pratiche all’insegna della sostenibilità ambientale e sociale. Così come confermano tutte le importanti iniziative che la nostra associazione porta avanti attorno ai propri pillar: narrazione, sostenibilità, people, diversity and inclusion, formazione e promozione dei new brand, rapporti istituzionali e internazionalizzazione”, dichiara il presidente Capasa.

I progetti

Tra i progetti dedicati alla narrazione, oltre alla Milano Fashion Week, si è tenuta quest’anno Milano Moda Design, è stato lanciato il podcast “Sailor. Anatomia del corpo attraverso la moda” in collaborazione con Storielibere, ed è stata annunciata inoltre la mostra “Memorabile. Ipermoda” di MAXXI Museo Nazionale delle Arti del XXI Secolo in collaborazione con CNMI, a cura di Maria Luisa Frisa che inaugurerà il 26 novembre 2024. Tutte le iniziative sono state inoltre amplificate dal website e dai social media di CNMI.

La MFW continua a vedere un numero sempre crescente di presenze in calendario, grazie a un’attività di scouting di brand emergenti e internazionali. Nel corso dell’anno sono stati distribuiti supporti e concesse gratuità a brand emergenti.

Le ultime Fashion Week hanno generato rispettivamente un Earned Media Value (print, web, social) di 91,5 milioni per la Milano Fashion Week Women’s Collection di settembre 2023, di 31,4 milioni per la Milano Fashion Week Men’s Collection di gennaio 2024 e di 121,6 milioni per la Milano Fashion Week Women’s Collection di febbraio 2024.

Attenzione sostenibile

CNMI continua a essere un punto di riferimento internazionale sul tema della Sostenibilità: l’obiettivo è il raggiungimento dei più alti standard di sostenibilità attraverso una stretta collaborazione con la filiera e il coinvolgimento e la formazione degli attori del sistema.

Responsabilità

  • Proseguono le attività con la Ethical Fashion Initiative in merito al tool di Due Diligence e Reporting, iniziando a redigere il documento finale che sarà poi in pubblicazione per il 2024.
  • Proseguono i lavori della Commissione Chemicals, lavorando sulla revisione delle Linee Guida per gli Articoli e delle Buone Prassi di Fabbricazione redigendo le Linee Guida per il Riciclo, tuttora in fase di elaborazione.
  • Prosegue il lavoro con il Tavolo Strategico di Sostenibilità. In particolare, attraverso la redazione di un Position Paper sull’economia circolare.
  • CNMI continua a essere membro del Technical Secretariat del gruppo di lavoro PEF-Product Environmental Footprint for Apparel and Footwear presso la Commissione Europea.
  • CNMI, all’interno della progettualità sull’economia circolare, inizia uno studio sulla durabilità del prodotto di alta gamma insieme a un gruppo ristretto di cinque brand supportati dalla società Spin360.
  • Webinar: ESG Regulation: a More Profitable and Resilient Business
  • Meet Collective Fashion Justice: How the Fashion Industry can protect People, Animals and the Planet.
  • Proseguono le attività del consorzio Re.Crea.

Il 24 settembre 2023 si è svolta la seconda edizione dei CNMI Sustainable Fashion Awards, in collaborazione con la Ethical Fashion Initiative dell’Agenzia delle Nazioni Unite ITC e del Comune di Milano, presso il Teatro alla Scala.

Diversity & Inclusion

CNMI è molto attenta alle tematiche legate a questo pillar e anche nel 2023 sono stati portati avanti progetti e iniziative in questa direzione:

Global Movement to Uplift Underrepresented brands

Progetto organizzato in collaborazione con Teneisha Carr, editor-in-chief di Blanc Magazine: per valorizzare la multiculturalità nel settore moda, dando visibilità e opportunità professionali a designer sottorappresentati.

Fashion Deserves the World

Seconda edizione dell’iniziativa, con Mygrants e UNHCR, offre opportunità di formazione e collocamento nel mondo della moda a persone rifugiate e migranti. Il progetto nel 2023 ha visto 15 partecipanti, selezionati tra gli oltre mille che hanno inviato la propria candidatura, che hanno avuto la possibilità di accedere ad un articolato programma di mentoring online.

Protocollo d’Intesa “Including Diversity”

Il 20 febbraio 2024, in apertura della Milano Fashion Week, l’Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Camera Nazionale della Moda Italiana e African Fashion Gate hanno siglato un Protocollo d’Intesa per tracciare, segnalare, e contrastare i fenomeni discriminatori che interessano l’intera fashion industry.

Tamu McPherson è stata nominata Ambassador DE&I di CNMI

Formazione e promozione di giovani brand

In linea con il percorso delineato negli ultimi anni, CNMI offre sempre più spazio al tema della promozione dei talenti emergenti, con una serie di iniziative focalizzate a dare visibilità ad una nuova generazione di designer italiani e internazionali.

Anche a settembre 2023 e febbraio 2024 è stato realizzato a Palazzo Giureconsulti il Fashion Hub di Camera Nazionale della Moda Italiana, spazio che ospita diversi progetti focalizzati sullo scouting internazionale tra le realtà emergenti più interessanti. Inoltre, un focus particolare è dedicato al tema della sostenibilità ed education attraverso talk e conversation B2B.

Sempre in ottica di sostegno ai giovani talenti, a settembre 2023 si è tenuta la nona edizione di Milano Moda Graduate, progetto destinato agli studenti delle principali scuole di moda italiane.

Anche Camera Moda Fashion Trust, organizzazione no-profit e prima fashion community filantropica italiana, ha rinnovato il suo impegno per la nuova generazione di designer Made in Italy, con la quarta edizione del CNMI Fashion Trust Grant con un bando aperto a brand indipendenti che una volta selezionati ricevono supporto finanziario, business mentoring e one-on-one tutoring.

A luglio 2023 CNMI ha ottenuto la piena governance del Milano Fashion Institute – MFI, consorzio interuniversitario specializzato nella formazione manageriale nel settore moda. I corsi attualmente erogati dall’Istituto sono 6 Master di I livello e un Executive Course in Fashion Law.

Dal 2018, Sara Sozzano Maino è International New Talent and Brands Ambassador di CNMI.

Relazioni istituzionali e internazionali

Nel corso di tutto l’anno 2023 e nei primi mesi del 2024 si sono svolti incontri con diverse realtà internazionali al fine di mantenere e potenziare relazioni istituzionali a livello globale grazie alle quali si sono sviluppati anche vari progetti all’estero con enti istituzionali e governativi, volti a favorire e rafforzare lo scambio tra Paesi e l’internazionalizzazione.

Nel 2023 e nei primi mesi del 2024 sono state svolte numerose attività tramite EFA (European Fashion Alliance), la coalizione composta da 29 organizzazioni industriali europee di 23 Paesi di cui CNMI fa parte. EFA è stata istituita nel 2022, con l’obiettivo di creare un fronte comune per la difesa e l’accelerazione della transizione dell’industria della moda europea verso un futuro creativo più sostenibile, innovativo e inclusivo. CNMI è socio fondatore e siede al Board of Director.

Nel 2023 e nei primi mesi del 2024 sono state inoltre redatti Position Paper per sottolineare il posizionamento dell’industria creativa della moda a livello europeo. Visita in CNMI del Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Antonio Tajani con il quale stiamo sviluppando un Protocollo di Intesa.

Sempre in ottica di sostegno ai giovani talenti, a settembre 2023 si è tenuta la nona edizione Partecipazione di CNMI al Tavolo della Moda istituito dal Ministero delle Imprese e del made in Italy affrontando vari temi (Lavoro Incentivi, Lavoro Dossier Europei, Soluzioni tecniche a sostegno del comparto Moda Tessile).

Partecipazione di CNMI alla cabina di regia per l’internazionalizzazione al MISE e all’incontro in Prefettura di Milano “Percorsi di legalità nel settore della moda”.

Il nuovo consiglio direttivo per il biennio 2024-2026

Carlo Capasa è stato rieletto all’unanimità presidente e consigliere delegato mentre i 15 consiglieri nominati all’unanimità sono:

  • Pierre-Emmanuel Angeloglu – Fendi
  • Roberta Benaglia – MSGM
  • Patrizio Bertelli – Prada
  • Carlo Capasa – Camera Nazionale della Moda Italiana
  • Alfonso Dolce – Dolce & Gabbana
  • Massimo Ferretti – Aeffe
  • Marco Gobbetti – Salvatore Ferragamo
  • Luigi Maramotti – Max Mara Fashion Group
  • Angela Missoni – Missoni
  • Jean Francois Palus – Guccio Gucci
  • Renzo Rosso – OTB
  • Remo Ruffini – Moncler
  • Carla Sozzani – Magliano
  • Jacopo Venturini – Valentino
  • Ermenegildo Zegna – Ermenegildo Zegna N.V.

Al consiglio, si aggiunge il presidente onorario Mario Boselli.